Posts in: dicembre, 2013

LA FINESTRA DELL’ANIMA – di Alessandro e Leonardo Matassoni

serengeti 3

 

 

RIFLESSIONI SULL’IMPULSO CREATIVO

Le pitture rupestri di Lascaux sorprendono in modi inaspettati; sono immagini primitive ma estremamente raffinate, antiche eppure moderne per il loro linguaggio sintetico; esse riescono a far rivivere con gli occhi dei loro artefici un ambiente primordiale fatto di cavalli al galoppo, cariche di bisonti, rinoceronti, elefanti e leoni, tanto che sembra di vedere quelle stesse savane, di sentirne i rumori. Attraverso quell’arte, quegli uomini guardavano sé stessi come in uno specchio e così noi oggi di fronte alla stessa arte dopo 40.000 anni, siamo avvolti da una suggestione, una “realtà aumentata ante litteram”, che sfrutta la capacità immaginifica della mente calandoci in un tempo e in un luogo diversi; l’effetto che ne risulta è forte tanto da potersi paragonare a quello di immersione totale tipico dell’esperienza musicale,


ECONOMIA UMANISTICA – di Alessandro e Leonardo Matassoni

kapoor

 

“….. se esiste qualcosa di santo, di puro, di sublime, qualcosa che assecondi questo smisurato desiderio dell’infinito e del vago che chiamano anima, questa è l’arte.”

Gustave Flaubert

Nei momenti storici di grande difficoltà e ristrettezze come quello che stiamo vivendo si tende a considerare la bellezza artistica come un lusso, una superflua e costosa forma di ricchezza culturale alla quale sembra ragionevole rinunciare; la bellezza artistica costa, quella prodotta attraverso l’architettura in particolar modo!

Fatalmente si impone il cinismo ragionieristico e i “contabili”  fanno il loro lavoro con la tipica mentalità miope ed esclusivista che punta alla semplicistica quadratura dei conti.

Se è  ovvio che “l’economia monetaria” è stata da sempre strettamente legata all’arte ed è altrettanto ovvio che le sue oscillazioni, ce lo insegna la storia, corrispondono agli