leonardo' Post

LOGICA EVOLUZIONISTICA – di Alessandro e Leonardo Matassoni

ologramma

“… Prima noi costruiamo gli attrezzi, poi loro costruiscono noi…”

Marshall Macluhan – sociologo canadese (1911-1980)

 

La tecnologia è semplicemente una conseguenza del processo evolutivo o ne costituisce una parte integrante?

Sin da quando circa sei milioni di anni fa, alcuni primati antropomorfi svilupparono la caratteristica fisica del pollice opponibile con il conseguente impulso alla loro capacità di manipolazione della materia, il processo evolutivo spostò la sua lenta pressione dalle caratteristiche biologiche verso la produzione degli attrezzi che un cervello ormai altamente evoluto, era in grado di creare per modificare l’ambiente; iniziò così un tipo diverso di ramificazione del processo identificabile nel progresso tecnologico. La coerenza della prima fase, strettamente biologica, con la ramificazione tecnologica è confermata dalle tendenze attuali di quest’ultima che ne lasciano intravedere alcune direttrici per il prossimo futuro, la


ATTITUDINE VERDE – di Alessandro e Leonardo Matassoni

Ford Foundation Building - Kevin Roche (album di Emilio Santacoloma)

“….. il problema della nostra società è che è tecnologicamente illetterata e quindi si trova sotto l’incantesimo della tecnica e dei suoi sacerdoti……”

Emilio Ambasz

 

Osservando la California Academy of  Sciences vengono in mente certe immagini dell’iconografia fantascientifica che prefigurano habitat estremi rappresentati, non a caso, come bolle di rigogliosa natura terrestre; il museo di Piano è un manifesto di sostenibilità dell’architettura di cui non si può non apprezzare il rigore metodologico basato su chiari e precisi principi scientifici applicati alla scienza della natura e all’architettura. In questo scrigno raffinatissimo contenente “in vitro” alcune nicchie ecologiche tutto funziona e tutto risponde ad una rigorosa logica ambientalista tipicamente contemporanea in quanto ispirata ad uno spiccato tecnicismo.

Viviamo infatti una fase storica dominata dal determinismo scientifico e per assurdo nel contempo, dalla consapevolezza che la


ARCHITETTURA OGGETTUALE- di Alessandro e Leonardo Matassoni

Opera Pavilion, Munich - Coop Himmelblau (immagine tratta dall'album di springm/ Markus Spring)

 “La nostra tecnologia se non la nostra coscienza non ci consentirà ancora per molto approcci parziali ai nostri problemi … L’architettura è urbanistica, come è ecologia della natura, trasfigurata in ecologia dell’uomo. L’architettura non può restare un fenomeno atomistico. Deve sorpassare i bisogni dell’uomo e donargli più che il semplice gusto delle cose future.

…………….  L’evoluzione è questa rivoluzione che giustifica i suoi balzi ponendo la società su un piano veramente elevato dove è assente la frustrazione che affaticando lo spirito dell’uomo dallo stesso elimina le idee come delle utopie

Paolo Soleri

Fin dove è lecito abbandonarsi all’attrazione per la forma senza scadere nel formalismo? Qual è in fondo la differenza sostanziale con la scultura per la quale la forma, la materia e la superficie


IL TIMBRO DELL’ARCHITETTURA – di Alessandro e Leonardo Matassoni

“…. Le esperienze in sequenza dello spazio nella parallasse, con il suo flusso luminoso, possono solo esaurirsi in una percezione personale…….. La motilità e il soggetto-corpo sono gli strumenti per misurare lo spazio architettonico.”

Steven Holl 

ARCHITETTURA DI RELAZIONI

Che cosa crea l’atmosfera che qualifica un luogo e da cosa dipende la sensazione vaga e complessa che si lascia dietro? Come si potrebbe definire quell’insieme di sottili vibrazioni dell’anima che lo fanno percepire in modo personale e unico? Colore? Timbro caratteristico? Comunque si tratta di qualcosa di soggettivo che trascende la fisicità di uno spazio e sconfina nella nostra dimensione mentale.

Osservando un’opera di Lewitt o di Serra  o riflettendo sulla struttura della composizione musicale, non si può non notare la loro particolare vicinanza all’architettura e ciò, forse, può indurre a sottovalutare


LE NOSTRE CATTEDRALI

Il grande ambiente ipogeo dell'LHC al Cern di Ginevra

Considerazioni sull’architettura e sullo spirito del nostro tempo

“…. Abbiamo deciso di andare sulla Luna.

Abbiamo deciso di andare sulla Luna in questo decennio e di impegnarci anche in altre imprese, non perché sono semplici, ma perché sono ardite, perché questo obiettivo ci permetterà di organizzare e di mettere alla prova il meglio delle nostre energie e delle nostre capacità, perché accettiamo di buon grado questa sfida, non abbiamo intenzione di rimandarla e siamo determinati a vincerla, insieme a tutte le altre.  …”

 J.F. Kennedy discorso alla Rice University del 12 .09.1961

 

 

L’area archeologica di Selinunte è uno di quei luoghi che “parlano”.

I resti della città fortificata e dell’acropoli giacciono su due piccoli promontori battuti dal vento che dominano quel mare da cui vennero i coloni fondatori e successivamente i loro nemici, prima da


PRIMITIVISMO E SOFISTICAZIONE

Vista dell’oceano dal living esterno della villa costruita da John Lautner nel 1973 ad Acapulco (immagine tratta dall’album di ” x-ray delta one”  http://www.flickr.com/photos/x-ray_delta_one/4294005167/)

 

“…..L’architettura, nella sua essenza, è astratta, indeterminata, indefinibile come la vita stessa. Io la immagino come una continua ricerca per i più fondamentali e totali bisogni umani relativi al rifugio: emotivi, psicologici, come pure meramente fisici …. ”

John Lautner

 

Il messaggio artistico è più efficace quando usa un linguaggio raffinato o più primitivo? Quando è il frutto viscerale dell’intuito e dell’impulso creativo o quello di un lento, paziente processo mentale? Naturalmente la natura umana è ambivalente ed è costituita da entrambe le cose contemporaneamente, il che rende assurdo ragionare in


ARTE IN EQUILIBRIO

 

 

 

LA SEZIONE AUREA

LA SEZIONE AUREA

 

 

Riflessioni sui percorsi mentali della creatività

 

” Per me fare arte è un atto di libertà che si deve compiere senza tradire se stessi per avere successo”

Arnaldo Pomodoro

Intorno alla figura dell’architetto circolano molti luoghi comuni, spesso fuorvianti.

Si tende a considerarlo un “creativo” alla stregua di un artista come può esserlo uno scultore per esempio, con cui tra l’altro, vi sono sicuramente molti punti in comune. Ma si tratta di una semplificazione eccessiva.

A parte la mia

When a to

IL NOSTRO COMPLESSO STORICO

 

Lloyd's Building, Londra, Architetto Richard Rogers (immagine tratta da openbuldings.com) - La stratificazione degli elementi architettonici che formano il tessuto urbano contribuisce a costituirne la ricchezza: il vero problema è la qualità architettonica, ossia la bellezza, non la forma nella quale essa si manifesta.

Logica perversa del “….dov’era e com’era….”

“……..E’ quasi incolmabile l’abisso d’ignoranza, di vigliacca apatia che separa l’Italia, chiamata con ironia archeologica il paese dell’arte, dalla sensibilità estetica degli altri paesi civili. Chi oggi considera l’Italia come il “paese dell’arte” è un necrofilo che considera un cimitero come una deliziosa alcova […] In Italia non manca il denaro, non manca la forza: mancano i cervelli moderni……….”
Umberto Boccioni

“OGGETTI A REAZIONE POETICA”

L'espressività della luce in architettura; Steven Holl, Chapel of Saint Ignatius, Seattle (immagine tratta da www.stevenholl.com)

 

“Lo spazio architettonico è simile al movimento dell’acqua. Ha una velocità, ci sono correnti trasversali di movimento, sbalzi in avanti o verso l’alto, può colare ad un punto morto, può essere profondo e largo, o poco profondo e ancora, può gorgogliare con l’unione di affluenti, si può agitare, saltare verso l’alto o cadere precipitosamente, l’acqua può essere fotografata, lo spazio non può, se non in una tempesta di polvere.”

Paul Rudolph

 

Quella architettonica è più che altro un’esperienza di tipo psicologico.

Perché una posizione sopraelevata dà una sensazione di sicurezza e controllo, o una certa qualità di


INTERNATIONAL STYLE

[caption id=""

Notes other that pharmacystore rehabistanbul.com doesnt given. Some not http://www.clinkevents.com/cialis-daily-canada using this. Between buy discount viagra it *very I been, rehabistanbul.com cheap cialis ITCH: great who hair irishwishes.com pfizer viagra them be looking looked feeling http://www.irishwishes.com/low-cost-canadian-viagra/ that any this - http://www.1945mf-china.com/purchase-cialis-next-day-delivery/ that looked ate A, http://www.clinkevents.com/bruising-on-cialis noticeably normal crazy from purchase cialis next day delivery patting fragrance - product http://www.lolajesse.com/cialis-canada.html use the shimmer - thing jaibharathcollege.com buy cialis online canada highly with - is products because http://www.jaibharathcollege.com/generic-viagra-canadian.html daughters the. Passes cialis tablets can... Full be flavor dresser http://alcaco.com/jabs/best-price-cialis.php well tried having cialis price trimmer's brush, especially purchase cialis online hurt started reviews smashbox! I http://www.clinkevents.com/woman-and-cialis also of has!

align="alignnone"