Posts Tagged Under: Renzo Piano

COS’E’ UN PONTE? – di ARCHITETTURA MATASSONI

calatrava 1

LA NECESSITA’ DI UNA PROSPETTIVA PIU’ AMPIA

“I dinosauri si sono estinti perché non avevano un programma spaziale”
Larry Niven

Un ponte non è semplicemente una struttura di collegamento; è un atto di coraggio, uno slancio, è l’assunzione di un rischio calcolato, anzi è la metafora dell’irrazionale pulsione umana che ci spinge a superare il limite. Un ponte è quell’istinto che ci fa osare e di cui non potremmo fare a meno senza negare la nostra stessa natura.

Prima dell’ingegneria, del calcestruzzo e dell’acciaio, un ponte è fatalmente una rappresentazione della condizione esistenziale umana con la sua precarietà e il suo coraggio, dai quali non si può prescindere!

Quello progettato da Piano per sostituire il Morandi invece è un viadotto


SOTTILISSIMO EQUILIBRIO – di Alessandro e Leonardo Matassoni

KIMBELL KAHN 1

“….. Inconsciamente lui mi delinea una nuova scuola, una scuola che dovrà avere in sé tutta la passione dello spirito romantico e tutta la perfezione dello spirito greco. L’armonia di anima e corpo… che cosa grande! Nella nostra follia noi li separiamo e abbiamo inventato un realismo che è volgare e un idealismo che è vuoto.….” Oscar Wilde

 

La cronaca dell’architettura contemporanea potrebbe essere letta in questi termini? Le correnti che la stanno attraversando possono essere classificate sulla base del loro collocamento rispetto a queste ideologie contrapposte e fondative tra le quali la cultura occidentale oscilla, sospesa tra determinismo e passione, tra razionalismo e romanticismo?

Sulla base di tutto ciò, è possibile misurare la capacità di un’architettura di perdurare nel tempo come opera d’arte sociale?

E ancora ci chiediamo: un’architettura la